sabato 23 febbraio 2008

Meme desafio

Accetto volentieri Cuocapercaso il tuo invito per questo meme. Eccolo:
1) Cosa mi da fastidio: decisamente la volgarità
2) Cosa mi fa imbestialire: l'ingiustizia
3) Cosa mi eccita: ogni novità, piccola o grande che sia, mi eletrizza!
4) Cosa mi rende socievole: non saprei dire con esattezza...di certo c'è che sono una persona che sorride molto
5) Cosa mi fa ridere: dipende...certe situazioni, certe persone...le barzellette (che non so raccontare)......
6) Cosa mi fa piangere:........alcuni ricordi........che suscitano in me commozione mista a tristezza.......
7) Cosa mi dà nausea: la stoltezza e l'ignoranza di certe persone
8) Cosa mi manca per essere felice: premetto che nonostante alcune esperienze tristi (come del resto abbiamo tutti nella vita) mi sento serena......però......un bambino.....quello un pò mi manca......
9) Cosa mi rende infelice: più che infelice mi rammarica, mi rattrista.....che mio padre non sia più qui con me.......tutto ciò che faccio, che realizzo......ha un sapore diverso senza di lui......
10) Cosa mi da pena: tutti quei bambini che vengono abbandonati o maltrattati......
11) Cosa vorrei: bhè, non saprei, ho molte cose, forse anche più di quello che merito....ma nel mio cassetto dei sogni...certamente un bambino!
12) Cosa temo di più: la perdita di persone care.........
13) Cosa non vorrei perdere: il mio buonumore, il fatto di vedere sempre il bicchiere mezzo pieno e mai mezzo vuoto
14) Cosa vorrei realizzare: la mia vita è costellata di progetti, dai più grandi (come è stato quello di realizzare la nostra casa) ai più piccoli, come quello di organizzare una cena a tema con amici!
15) Quale la data che odio di pù: ce ne sono due in particolare che hanno cambiato il corso della mia vita....il 15/07/1994 in modo irrimediabile, purtroppo, il 10/01/1997 invece, nel dolore, ci ha dato una nuova possibilità!
16) Quali sono le ricorrenze che più adoro: decisamente il Natale perchè non solo mi piace addobbare la casa con i miei babbi natale (faccio collezione), l'albero, le lucine e tutto il resto, ma soprattutto perchè la mia innumerevole e incasinata famiglia si riunisce a casa mia!
17) Quale è stata la più grossa bugia detta: oddio......qualche bugietta la dico............ma poi non me le ricordo..........
18) Di cosa ho nostalgia: ..... di papà....

venerdì 22 febbraio 2008

Finalmente vacanza!

Finalmente vacanza!!!!!!!!!!!!!!!
Domani mattina parto alla volta di Livigno (SO), non vedo l'ora!
Ho proprio bisogno di staccare la spina per qualche giorno e di ricaricarmi (detto così sembra un controsenso).....andare a Livigno è per me come tornare in dietro nel tempo a quando ero una ragazzina... tutti gli anni, con la mia famiglia, passavamo una settimana in questa località che mantiene parte del suo fascino anche oggi ..... ma all'epoca, e parlo di più di vent'anni fa, era un luogo molto, molto caratteristico..... mi ricordo che affittavamo sempre lo stesso appartamento in località San Roch, e proprio sotto di noi c'era la stalla con le mucche....mucche vere in carne ed ossa, e la mattina, oltre all'odore tipico delle stalle (hehe), trovavamo fuori dalla porta una pentola con il latte appena munto..........una delizia......!
Non so se riuscirò a collegarmi in settimana comunque mando un saluto a voi tutti che così gentilmente ogni tanto passate da me!
ciao e a presto!

mercoledì 20 febbraio 2008

Stinco di vitello al forno

Questo, devo essere sincera, è il mio cavallo da battaglia!!! Ed è tutto merito di mio marito! Lui, in genere, non va mai a fare la spesa...ma quel giorno......non so cosa fosse successo, mi torna a casa con una borsa piena di roba.......e poi mi tira fuori .........lo.... S T i N C O..............lo guardo...poi guardo il maritino.....?..........lui fa un sorrisetto.......... e allora ho cercato dappertutto una ricetta adatta.........e girovagando per il web ne ho trovata una proprio carina. L'ho già passata a due mie cognatine (sono piena di cognatine io ) Barbarina e Simonetta e hanno avuto grandi successi con il 'Mio stinco' , provare per credere!
P.s.: non contento ...il maritino...l'altra sera mi dice.......ho comprato di nuovo lo stinco e l'ho messo in freezer.... l'ho pagato poco sai?.......è più di 3 chili e l'ho pagato 17 euro................bravo ...dico io..... così poco??????così grande??????....poi apro il freezer..........e .............terrore!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
C'è un enormo stinco............. di manzo!!!!!!!!!!! Se qualcuno sa come cucinarlo.... vi prego aiutatemi .. .devo eliminare quella presenza inquietante dal mio freezer!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
Ma torniamo allo stinco di vitello ecco gli ingredienti:
(per 6 persone)
uno stinco di vitello di circa due chili e mezzo
1 cipolla
3 carote
2 coste di sedano
2 spicchi d'aglio
rosmarino e timo freschi
vino bianco
Strofinare lo stinco con sale e pepe, metterlo in una teglia o tegame che vada in forno, con olio e infornarlo a 180° per un'ora, girandolo spesso.
Tagliare a pezzetti gli odori con le erbe aromatiche. Dopo la prima ora di cottura togliere lo stinco dal forno e dalla teglia in cui metterete le verdurine facendole rosolare per qualche minuto sulla fiamma. Aggiustare di sale e pepe. Rimettere lo stinco nella teglia, sfumare con un pò di vino bianco e rimetterlo in forno per un'ora e trenta. Ogni tanto girarlo e inumidirlo con poco brodo o con il suo fondo di cottura. A fine cottura passare le verdurine nel mixer per ottenere una salsa densa. Portare lo stinco intero in tavola e tagliarlo davanti ai commensali, nappando le fettine con la salsa.
Ci vuole solo qualche ora di cottura ma nessuna fatica e mentre aspettate potete guardare un film o leggere un bel romanzo..... e così arriverete all'ora di cena fresche come una rosa!

Orecchiette alle cime di rapa

Comincio scusandomi : non ho le foto di queste ultime ricette.... ma presto mi aggiornerò, prometto! Non so se questa versione che faccio è proprio l'originale (si accettano comunque consigli e suggerimenti).....anche perchè l'ho scopiazzata.. alla Gildina (hehe)....ma la uso spesso quando ho tante persone a cena perchè è veloce e viene sempre bene!

Ingredienti (per 6 persone)
2 mazzi di cime di rapa
6/7 filetti di acciuga
2 peperoncini piccantini
2 spicchi d'aglio
orecchiette
olio extravergine d'oliva
Procedimento
Lessare le cime di rapa in acqua bollente salata, scolarle strizzarle un pochino e tritarle grossolanamente con la mezzaluna.

Farle rosolare in una padella capiente con olio, acciughe, aglio e peperoncino. Far lessare le orecchiette e poi farle saltare nel condimento.

Farro in brodo di borlotti

Il titolo non è molto invitante forse, ma credetemi, questo piatto è una delizia!
Anche questa ricetta l'ho scopiazzata da un'altra mia cognatina (ho delle cognate molto brave in cucina) la Barbarina, eccola:
La sera prima mettere in ammollo 1 kg di borlotti secchi.
Poi, dopo averli sciacquati, si mettono in una pentola con abbondante acqua, uno spicchio d'aglio, rosmarino, salvia, timo. Far bollire per circa un'ora e trenta, dopodiché passarli al passaverdure con il loro brodo. Nel frattempo mettere in un tegame di coccio (se lo avete), un trito di sedano, carota, cipolla e prezzemolo, con qualche cucchiaio di olio, fate soffriggere e aggiungete 4 salsicce (o pancetta a dadini), che rosolerete bene. Aggiungere il brodo di fagioli, fate insaporire bene e mettete ancora rosmarino, salvia e timo, aggiustate di sale ed infine aggiungete il farro precedentemente lessato in acqua salata.

Condimento alla Toscana

In realtà non so perchè si chiami proprio alla Toscana il fatto è che è molto semplice da realizzare e buono da mangiare! La ricetta è di mia cognata Elisabetta, eccola:
Ingredienti per 4 persone:
1 cipolla
1 carota
2 coste di sedano
una fetta piuttosto spessa di prosciutto crudo
olive nere snocciolate
pepe
vino bianco
parmigiano
olio (panna)----io non la posso usare----
Procedimento
Passare nel mixer la cipolla, il sedano e la carota e metterle in un tegame con olio ( e burro ) farle rosolare bene. Tagliare a tocchetti il prosciutto e le olive a metà, aggiungerli al soffritto, far cuocere per qualche minuto, poi sfumare con il vino bianco, aggiustare di pepe.
All'ultimo aggiungere un pò di panna (per chi la può mangiare) e il parmigiano.
Di solito lo uso per condire le penne.

Il Philodendro e la Monstera



Il philodendro e la monstera sono piante veramente molto facili da tenere si accontentano di poco e danno ottimi risultati!

Patè di fegatini (di pollo)


So che esistono moltissime ricette per il patè....... questa mi è stata gentilmente 'concessa' dalla mia cognatina Gilda. L'ho provata, con qualche piccola variante, ed ha avuto successo.

Ingredienti
300 gr. fegatini di pollo
2 carote medie
2 coste di sedano
3 scalogni
5 filetti di acciuga sott'olio
capperi (una manciata abbondante)
vino bianco
olio extravergine d'oliva
cognac
pepe, timo e maggiorana



Procedimento
Trito scalogno, carota, sedano, capperi, acciughe, timo e maggiornana
Aggiungo 2 o 3 cucchiai di olio in una casseruola con fondo spesso, metto le verdurine tritate e faccio appassire a fuoco medio. Aggiungo i fegatini (ben lavati e puliti), li faccio rosolare e li cuocio per circa 20 minuti. Dopo aggiungo un pò di vino bianco, faccio sfumare e continuo la cottura per altri 20 minuti. Passo il tutto nel mixer, rimetto sul fuoco, sfumo con un paio di cucchiai di cognac e continuo la cottura per altri 10 minuti. Alla fine aggiungo dell'olio a crudo per sentirne il sapore.

martedì 19 febbraio 2008

Sformato di zucchini e porri




Ingredienti
una confezione di pasta sfoglia
6 o 7 zucchini
3 porri
besciamella q.b.
sale pepe
parmigiano reggiano



Tagliare a rondelle le zucchine e i porri, metterli con un filo d'olio in una padella ad appassire per qualche minuto, salare pepare.

A parte preparare la besciamella (io al posto del burro ho usato l'olio) e aggiungerla alle verdure, aggiungere un pò di parmigiano reggiano. Rivestire uno stampo con carta da forno e la pasta sfoglia, buccherellarla con i rebbi di una forchetta e versare il composto, livellarlo e cospargere con un pò di pangrattato o parmigiano (a piacere) e infornare a 180° per 30 minuti.

Crostata (senza burro)

Ieri sera avevo delle amiche a casa e volevo preparare un dolce, il giorno prima avevo preparato la marmellata.......ok... deciso per una crostata. Ovviamente la pasta frolla è fatta rigorosamente senza burro (per i noti motivi) .

Ingredienti:
300 gr. farina
150 gr. zucchero
2 uova
1/2 bicchiere olio (di semi)
la buccia grattugiata di un limone
un cucchiaino di lievito
un pizzico di sale

Procedimento:

Ho usato il mixer, quindi ho messo prima le uova con lo zucchero e le ho montate belle spumose, poi ho aggiunto l'olio, la farina, la buccia grattugiata del limone, il sale e infine il lievito.

Ho amalgamato il tutto fino ad ottenere una palla (se il composto risultasse un pò molle basta aggiungere della farina), l'ho avvolta in una pellicola e messa a riposare 30 minuti in frigorifero.

Poi l'ho stesa sulla spianatoia con il mattarello e ho rivestito uno stampo (unto d'olio e infarinato), l'ho farcita con la marmellata e infornata a 180° per 25 minuti.

Con la pasta frolla avanzata ho fatto dei biscottini!

lunedì 18 febbraio 2008

Marmellata di limoni e mele renette

E' una variante della marmellata di cui sotto, per chi non ama troppo il gusto acre dei limoni. Si usa la stessa quantità di limoni e di mele renette e si calcola sempre un kg di zucchero per ogni kg di frutta. Il procedimento è lo stesso. Provatela è buonissima!

Marmellata di limoni

Premetto che sono sempre, eternamente a dieta ma mi piace fare le marmellate...! Un pò le mangia il maritino e un pò le regalo e vedo che sono sempre bene accette !
La ricetta di questa marmellata se non ricordo male, l'ho presa dalla Prova del Cuoco di qualche anno fa:
Ingredienti:
un kg di limoni non trattati (meglio se con la buccia sottile)
un kg di zucchero

Procedimento:
lavare i limoni e tagliarli a fettine sottili (togliere i semi), metterli in una bacinella coperti di acqua fredda per una notte.
Il giorno dopo si scolano dall'acqua, si tagliano a pezzettini piccoli, si mettono in un tegame a fondo spesso e si cuociono per circa un'ora, dopodiché si aggiunge lo zucchero poco alla volta continuando a mescolare e si cuoce per una mezz'oretta.

Sei cose...

Grazie Giulia per avermi invitata a questo meme......dunque...cominciamo:
1) amo moltissimo la mia casa e tutto quello che ci sta dentro e intorno... l'abbiamo pensata, immaginata, sognata per così tanto tempo.. e poi finalmente siamo riusciti a realizzarla con sacrificio ma con grande, grande soddisfazione! Rispecchia esattamente la mia personalità e il mio modo di essere: confortevole, accogliente, piacevole nel suo insieme e sempre aperta agli amici!
Quello che ci sta dentro non è di gran valore ma acquistato con amore: dal pianoforte scordato, alla vetrinetta trovata in un negozietto, il baule restaurato...... compreso piatti, i bicchieri, le tazzine.....sono una patita.....lì non ho limiti!
2) amo le piante....non ho esattamente un gran pollice verde....perchè spesso faccio dei pasticci, ma non potrei vivere senza esserne circondata. Ho la fortuna di avere un bel giardino e lì mi sbizzarrisco con l'aiuto del maritino che è addetto alla manovalanza più dura...(hehe). Ma le piante sono pure in casa, le mie orchideee...ne vado orgogliosa .........e in ufficio ...le piante grasse....
3) mi piace ricamare (sia punto croce che punto intaglio) e ultimamente ho scoperto l'uncinetto.......la sera non vedo l'ora di mettermi sul divano bella comoda e ...fare la calzetta!Mio marito mi prende un pò in giro ma a me rilassa moltissimo!
4) amo il mare da impazzire..... non so se riuscirei a vivere lontano .......mi è capitato di trovarmi in posti nuovi dove guardo l'orizzonte, che bel paesaggio....... e ....... ma il mare dov'è?Con gli occhi finisco sempre per cercarlo......La domenica (specialmente in questo periodo) mi piace passeggiare sulla spiaggia... che silenzio, che pace.....una goduriaaaaaa!!!!!
5) bhè...mi piace cucinare...ho sempre avuto questa passione fin da ragazzina, pasticciavo in cucina...realizzando a volte cose assurde. La prima volta che il mio maritino(all'epoca ancora fidanzatino) è venuto a mangiare a casa dei miei, ho voluto cucinare io ( ben 19 anni fa), un pò perchè volevo promuovermi come brava donnina di casa ;-) un pò perchè mi piaceva cimentarmi in qualcosa di nuovo.... una cosa diversa, un pò chic.......ecco: zuppa di cipolle!!.....una 'roba' decisamente schifosa, ma è stata la prova del nove........lui, il promesso sposo....l'ha finita tutta quella che aveva nel piatto!.......poi però mi ha fatto promettere di non farla mai più.!! (heheh). Col tempo sono comunque migliorata anche se le cose strane non le provo più!!!!
6) amo mio marito anche dopo 19 anni di vita insieme, amo i suoi silenzi ...quando litigo, litigo sempre da sola ;-) e credetemi può essere un vantaggio! Amo il suo modo leggero di accettare con ironia le mie fisse....(le tende, lo yoga, l'ikea heheh), amo la mia famiglia ma soprattutto i miei nipoti in modo totalizzante... forse perchè non ho figli....e questa è l'unica cosa che non mi piace della mia vita!

sabato 16 febbraio 2008

Filetto di pesce persico in crosta


Ecco una ricetta semplicissima che ho trovato sul web (ma mi scuserete...non ricordo dove) una sera che, facendo tardi in ufficio, mio marito (a casa) scalpitava perchè voleva il pesce per cena ( e non la solita, desolante, fettina ai ferri).......allora... ricerca veloce su internet.......et voilà ! Gliel'ho dettata per telefono e se c'è riuscito lui che in cucina è una vera frana.. ?!?!!



Ingredienti:
filetto di pesce persico
prezzemolo
pangrattato
capperi
falda di peperone
aglio
sale e pepe
olio
vino bianco
Non ho le dosi esatte perchè non ho fatto in tempo a scriverle... comunque vanno bene quelle per così dire....ad occhio....bisogna fare un composto con pangrattato, prezzemolo, aglio e capperi tritati, qualche listarella di peperone (molto sottile)

non avendo il peperone fresco abbiamo utilizzato una falda di perperone in agrodolce in vasetto, mescolare il tutto , salare, pepare e condire con olio extravergine d'oliva.


In una pirofila non troppo grande, coprire il fondo con il composto adagiarvi il filetto di pesce condito con sale, pepe e appena unto d'olio, ricoprirlo bene con il resto del composto, compattare il tutto, aggiungere un pò di vino bianco sui bordi


e infornare a 180° per 30 minuti circa.
Provare per credere!




Torta di mele


Oggi avevo il pomeriggio libero...e vai!!!!! Ho pensato subito a quale ricettina preparare per il mio adorato maritino che è anche molto goloso... ed ecco la torta di mele che ho trovato da Cookie Corner, una ricetta interessante anche se ho dovuto rivisitarla leggermente (intolleranza al lattosio) e poi ho aggiunto qualcosa di mio...ma davvero pochissimo di mio......
Ingredienti:
125 g. zucchero
1 tuorlo e un uovo intero
1 bustina di vanillina
1/2 bicchiere di olio di semi( 75 gr. burro)
55 g. farina
90 ml. latte (senz lattosio)
4 mele granny smith
la buccia grattugiata e il succo di un limone
un pochino di liquore all'arancia
Procedimento
Ho montato le uova con lo zucchero e la vanillina, e ho aggiunto l'olio, il latte, la farina e il lievito, sempre mescolando, la buccia grattugiata del limone e il suo succo (ma non proprio tutto), infine un paio di cucchiai di quel liquorino all'arancia che a me piace tantissimo. Poi ho sbucciato le mele e tagliate a fettine molto sottili e le ho amalgamate al composto.
Ho rivestito una teglia di 26 cm. di diametro con carta da forno, vi ho versato il composto e ho infornato a 180° per 50 minuti.
Infine ho spolverizzato la superficie con dello zucchero a velo.
Buona !!!!!!

martedì 12 febbraio 2008

Patate in forno



Ingredienti
2 kg di patate
aglio in camicia (diversi spicchi)
rosmarino e salvia
sale, pepe
olio extravergine d'oliva

Procedimento:
Per prima cosa sbuccio le patate, le lavo, le taglio a pezzi non troppo piccoli e le metto in una ciotola con acqua fredda per almeno una mezz'oretta
poi preparo nella teglia il rosmarino, la salvia e l'aglio in camicia

aggiungo le patate (scolate e ben asciugate) l'olio, sale e pepe, mescolo bene, metto in forno preriscaldato a 180° (tradizionale sopra e sotto) e cuocio per circa 45/50 minuti , ma il tempo di cottura può variare da forno a forno.




lunedì 11 febbraio 2008

La Piadina......o qualcosa di molto simile !


E' una ricetta che mi ha passato una cara amica, l'ho provata e ve la propongo.
Premetto che l'impasto di questa ricetta viene fatto con la macchina del pane, ma non credo che cambi molto impastandola a mano (anzi).....io non sono molto brava in questo e oltretutto sono un pò pigra...quindi mi sono attenuta al procedimento.......'tecnologico' !!!
Ingredienti per 8 piadine:
500 gr farina
230 ml latte (io ho usato quello senza lattosio)
70 gr strutto
1/2 cucchiaino di miele
1/2 cucchiaio di bicarbonato di sodio
1 cucchiaino di sale




Nella macchina del pane si inseriscono prima gli ingredienti liquidi, quindi ho messo il latte, lo strutto (sciolto ), il miele, il sale, il bicarbonato
per ultimo ho aggiunto la farina





ho selezionato il programma per il solo impasto e .......ho aspettato leggendo un libro...! Il cicalino mi ha avvertito che la pasta era pronta e l'ho adagiata sulla spianatoia

ho formato delle palline e ho cominciato a spianarle con il mattarello cercando di ottenere delle piadine il più possibile rotonde...(non è che mi siano venute benissimo) , ho scaldato una padella antiaderente e vi ho messo la piadina buccherellandola con i rebbi di una forchetta.



Cuoce in un baleno e deve restare piuttosto chiara

non vi rimane che farcirle con salumi, formaggi, verdure grigliate........sono buone anche con la marmellata o il miele...!!!

Risotto zafferano e salsiccia


.....è un risottino semplice, semplice che riesce sempre molto gustoso. Dagli ingredienti vedrete che io non uso burro semplicemente perchè mio marito è intollerante al lattosio.

Ecco gli ingredienti per 4 persone:
320 gr. riso carnaroli
olio extravergine d'oliva (o in alternativa il burro)
due o tre scalogni (o cipolla a seconda dei gusti)
brodo q.b.
3 o 4 salsicce
prezzemolo
2 bustine di zafferano
parmigiano reggiano ( non contiene lattosio)
Procedimento:
mettere in una casseruola qualche cucchiaio di olio extravergine d'oliva (o burro) e soffriggervi leggermente lo scalogno a fettine
una volta soffritto lo scalogno aggiungervi la salsiccia sbriciolata e farla insaporire

a questo punto versate il riso e fatelo tostare per un paio di minuti dopodichè lo sfumate con del vino bianco
versate il brodo poco alla volta sempre mescolando e aggiungete lo zafferano
portate a cottura
infine mantecate con parmigiano reggiano e un buon olio extravergine d'oliva (o burro)

impiattate decorando con poco prezzemolo tritato e .........buon appetito!