giovedì 27 giugno 2013

Dolce con farina integrale, yogurt e ciliegie–Wholemale cake with yogurt and cherries -

(English version below)

Ecco, sono qui.

Seduta, come ogni mattina, davanti a questo spettacolo. Merli, piccoli passerotti e una famigliola di eleganti upupe beccano tra i fili d’erba o si fanno il bagno nelle ciotoline piene d’acqua delle tartarughe che ancora dormono. Alcuni planano, altri scappano via, attirati da un altro fazzoletto di prato. E poi, ci sono quelli più piccini che si aggrappano ai teneri rami degli olivi o del piccolo melo e dondolano, dondolano… come su un’altalena.

Mi muovo, quasi senza respirare, per non far rumore e far sì che rimangano qui con me mentre vi scrivo.

Buongiorno dal mio prato.

Tartaruga

Oggi un dolce romantico nella forma e nel cuore, fatto di rosse e dolci ciliegie.

Ingredienti:

270 gr farina integrale

150 gr zucchero di canna integrale

250 gr yogurt greco

2 uova

semi di mezzo baccello di vaniglia

80 ml olio extravergine d’oliva

200 gr ciliegie denocciolate

2 cucchiai di farina in più per le ciliegie

3 cucchiaini di lievito per dolci

un pizzico di sale

Procedimento:

Lava e asciuga bene le ciliegie, elimina il gambo e con l’apposito strumento, togli i  noccioli. Tagliale se vuoi a metà e tienile da parte.

in una ciotola mescola gli ingredienti secchi e quindi farina, zucchero, lievito e i semi di vaniglia; in un’altra ciotola miscela gli ingredienti liquidi: le uova leggermente sbattute, lo yogurt e l’olio più un pizzico di sale.

Unisci gli ingredienti liquidi in quelli secchi e senza mescolare troppo (proprio come si fa con i muffins) unisci le ciliegie, infarinate, amalgama velocemente e versa il composto in uno stampo a ciambella di 24 cm oppure come ho fatto io, in uno stampo da budino da circa 1,3 litri, imburrato.

Cuoci in forno a 160° per 50 minuti circa.

Fallo raffreddare prima di sformarlo e cospargilo di zucchero a velo poco prima di servirlo ai tuoi ospiti.

Si fa voler bene al primo sguardo questo dolcino.

Stella

Ingredients:

270 gr wholemeal flour

150 gr brown sugar

250 gr greek yogurt

2 eggs

seeds of half a vanilla pod

80 ml extra virgin olive oil

200g pitted cherries

2 extra tablespoons of flour for the cherries

3 teaspoons of baking powder

a pinch of salt

Directions:

Wash and dry the cherries, remove the stem and, with the special tool, remove the kernels. If you prefer, cut them in half and keep them aside.

In a bowl mix the dry ingredients:  flour, sugar, baking powder and the vanilla seeds, and in another bowl mix the liquid ingredients: the eggs, lightly beaten, the greek yogurt , olive oil and a pinch of salt.

Combine the liquid ingredients into the dry ones and mix not too much (just like you do with muffins) combine cherries, firstly sprinkled with flour, blend quickly and pour the mixture into a ring mold of 24 cm of diameter or, as I did, into a mold  for pudding of about 1.3 liters, generously buttered.

Bake at 160° for about 50 minutes.

Let it cool before remove it from the mold and sprinkle it with powdered sugar just before serving to your guests.

Stella

with love

Pippi

Cuore rosso

lunedì 17 giugno 2013

Insalata di quinoa, ravanelli e pistacchi e Siena and Stars– Quinoa salad with radishes and pistachios

Sono nata con il dono di una voce gradevole e una zia importante nel campo della lirica, di cui porto il nome, orgogliosamente. Era naturale volessi fare la cantante da grande.

Con Francesca, la mia amica del cuore, un piccolo pianoforte, un microfono senza alcun ‘effetto’ e una buona dose di faccia tosta, ho iniziato, a 22 anni, la mia avventura come cantante di piano bar nei locali della Versilia. Per ben dodici anni… decisamente tra i più divertenti ed emozionanti della mia vita! 

La musica fa parte di me, di com’ero e di come sono adesso.

Capirete quindi, che quando ho ricevuto l’invito per partecipare a Siena and Stars, sono rimasta piacevolmente sorpresa e ho detto subito, assolutamente, si!

  Ma andiamo per gradi:

Siena and Stars” è una rassegna musicale targata IKO International in collaborazione con la Regione Toscana e la Confcommercio di Siena, in programma dal 10 luglio al 2 agosto 2013 in Piazza Duomo a Siena. La manifestazione culturale prevede un cartellone di appuntamenti musicali davvero imperdibile  tra pop, lirica, jazz e danza e con un pizzico di comicità grazie alla presenza del nostro amato Giorgio Panariello.

24 foodblogger italiane (tra cui la sottoscritta) sono state invitate a 6 di queste serate e saranno abbinate a 4 ristoranti della città dando vita ad uno speciale menu di assaggi tematici presentati agli ospiti che avranno voglia di vivere questa piacevole esperienza prima dello spettacolo musicale.

Ma la assoluta novità di questa manifestazione è Inner Siena&Stars una App realizzata per la presentazione degli spettacoli che si svolgeranno dal 10 al 30 luglio 2013. Oltre al calendario degli appuntamenti ci saranno tutta una serie di opportunità collegate come per esempio la possibilità di prenotare alberghi, visite guidate o cene nei ristoranti convenzionati della città. Quindi, per chi volesse trascorrere un we a Siena e ascoltare il suo artista preferito e magari incontrare anche una di noi foodblogger, potrà dal 25 giugno 2013 scaricare la nuova App e prenotare.

Non poteva mancare un gioco coloratissimo :

Contest piatti delle star

il cui regolamento troverete da Patty Andante con Gusto  ma sappiate che in palio c’è un pernottamento  a Siena per due persone, con due biglietti Vip per assistere al concerto di Ludovico Einaudi il 26 luglio e una cena  per due nel ristorante che proporrà nel proprio menù la ricetta vincitrice!

Avete un blog? Allora cosa aspettate? Dovrete preparare un piatto a vostro piacimento tra antipasti primi secondi o dolci ispirato però ad uno degli artisti o dei generi musicali presenti nel cartelloni di Siena and Stars! Correte da Patty e leggete il regolamento che è comunque semplicissimo.

Cominciamo?

Insieme ad altre colleghe parteciperò alla serata del 24 luglio durante la quale si terrà il concerto di un grande Claudio Fasoli “FOUR” Jazz Quartet.

Per l’occasione, ho pensato, quindi, di proporvi un’ insalata che esprimesse tutta la ‘freschezza, i colori e la vivacità’ di un genere, il Jazz, nato solo all’inizio del XX secolo, negli Stati Uniti, grazie alla mescolanza di tradizioni musicali africane ed europee, e che rappresenta l’emblema del virtuosismo e dell’improvvisazione musicale. Questa ricetta nella sua semplicità mette insieme consistenze, sapori e colori differenti ma con armonia. Fa bene agli occhi e al corpo così come la musica rende migliore la nostra anima.

Ingredienti per 2 persone

100 g quinoa

4 ravanelli

3 peperoni dolci

2 manciate di pistacchi sgusciati e tostati

100 g valerianella

1 lime

Erba cipollina

Olio extravergine d’oliva

Sale

Preparazione:

Mettete la quinoa in un colino e sciacquatela molto bene sotto l’acqua corrente.

In una casseruola con due cucchiai di olio extravergine fatela tostare due minuti, poi versate l’acqua bollente per il doppio del suo peso. Chiudete il coperchio e lasciate cuocere a fuoco dolce per 15/20 minuti. Alla fine avrà assorbito tutta l’acqua. Trasferitela in una ciotola, sgranatela con una forchetta e lasciatela raffreddare.

Nel frattempo preparate le verdure: lavate i ravanelli e tagliateli a rondelle sottili,

pulite i peperoni verdi dolci e affettateli sottilmente. In una padellina antiaderente fate tostare i pistacchi sgusciati per un minuto.

Lavate l’insalatina e asciugatela bene.

Preparate un’emulsione con 2 cucchiai di succo di lime, due pizzichi di sale e due cucchiai di olio extravergine.

In una ciotola capiente mescolate la quinoa raffreddata, le verdure affettate, l’erba cipollina tagliuzzata e i pistacchi tostati, condite con l’emulsione di lime e olio e servite accompagnando con l’insalatina e una fettina sottile di lime.

Ingredients for 2 servings :

Time prep. 10 minutes

Cook 20 minutes

Ingredients:

100 g quinoa

4 radishes

3 sweet green peppers

2 handfuls of shelled pistachios, roasted

100 g lettuce

1 lime

chive

Extra virgin olive oil

salt

preparation:

Place the quinoa in a colander and rinse well under fresh water.

In a saucepan with two tablespoons of extra virgin let it toast two minutes, then pour in the boiling water for twice its weight. Close the lid and cook on low heat for 15/20 minutes. At the end it will have absorbed all the water. Transfer to a bowl, mix with a fork and let it cool.

Meanwhile, wash and clean the vegetables. Wash the radishes and cut them into thin slices, clean sweet green peppers and slice thinly. In a non-stick pan toast the shelled pistachios for a minute.

Wash the lettuce and dry well.

Make an emulsion with 2 tablespoons of lime juice, two pinches of salt and two tablespoons of olive oil.

In a large bowl, mix the cooled quinoa, the vegetables, the chopped ​​chives and the roasted pistachios, season with lime emulsion and serve accompanied with a salad and a thin slice of lime.

 

with love

Pippi

Cuore rosso

venerdì 14 giugno 2013

Nuovi corsi di food photography!

Eccomi con alcune novità in arrivo.

In questi ultimi mesi stanno nascendo nuove ed interessanti collaborazioni grazie alle quali porterò i miei corsi di fotografia food in diverse città.

*Ho pensato di creare in questo post un riepilogo dei corsi organizzati per la nuova stagione.

Sono aperte le iscrizioni: laurad66@hotmail.it

Riepilogo delle date:

14 settembre 2013: corso avanzato a Bassano del Grappa (VI)

22 settembre 2013: corso base a Bastardo – Giano dell’Umbria (PG)

5 ottobre 2013: corso base a Rivoli (TO)

20 ottobre 2013: corso avanzato a Pisa

*

Cominciamo con un corso avanzato di food photography e reportage il 14 settembre 2013 a Bassano del Grappa. Grazie sempre alla vivacissima Sara Di Dolcizie che ha organizzato tutto, il corso si svilupperà nell’intera giornata, dalle 10 alle 18 con una piacevole pausa pranzo.

Per questo corso, in cui sarò affiancata dalla brava Martina Bizzotto per la parte dedicata al reportage, abbiamo scelto due locations fantastiche:l’Agriturismo e B&B Corte del Maso  e l’Hotel Ristorante Alla Corte. Questo, il nutrito programma del corso che sarà interamente pratico:

Prima parte:

1. Cos’è la foto di reportage

2. Foto di paesaggio rurale e particolari

3. Preparazione di cibi tipici del luogo con reportage fotografico

Pausa pranzo  presso La Corte del Maso.

Seconda parte presso Hotel Alla Corte (sono vicinissimi)

1. La luce ambiente e la luce artificiale, utilizzi ed accorgimenti.

2. La preparazione del piatto prima dello scatto.

3. Costruire il set,l'inquadratura e la composizione dell'immagine.

4. Fotografare a mano libera e su treppiede.

Noi vi aspettiamo!! Scrivete sempre a laurad66@hotmail.it  con oggetto Corso Avanzato Bassano del Grappa.

 *

A seguire un corso base il 22 settembre 2013. Sarò in provincia di Perugia, a Bastardo, Giano dell’Umbria. La location che  mi ospiterà è la bella osteria 4 piedi & 8.5 pollici della mia cara amica Laura Saleggia.

Per chi è interessato può scrivermi a laurad66@hotmail.it mettendo come oggetto della richiesta Corso Perugia.

e

Il 5 ottobre 2013 sarò invece a Rivoli (TO), presso la prestigiosa scuola di cucina La Maggiorana

Chi volesse informazioni più dettagliate può scrivermi a laurad66@hotmail.it mettendo come oggetto della richiesta Corso Rivoli.

I due corsi inizieranno alle ore 14 e termineranno alle ore 18.

I corsi base saranno divisi in due parti:

1) nella parte teorica affronteremo le basi della fotografia in modo che abbiate ben chiari gli strumenti tecnici necessari per affrontare qualunque tipo di fotografia.  Impareremo a gestire la luce sia artificiale che naturale, capiremo come si costruisce un set e come si compone un’immagine vincente e soprattutto ‘emozionale’.

2) Nella seconda parte metteremo in pratica tutto quanto appreso in precedenza, applicandolo in modo specifico alla fotografia food e faremo esperienza su due set fotografici creati appositamente per voi. Uno scuro e l’altro chiaro.

*

Altro corso avanzato alla stazione Leopolda di Pisa il 20 ottobre 2013.

dove ci concentreremo su questi argomenti:

  1. -La luce ambiente e la luce artificiale, utilizzi ed accorgimenti.
  2. -La preparazione del piatto prima dello scatto.
  3. -Costruire il set,l'inquadratura e la composizione dell'immagine.
  4. -Fotografare a mano libera e su treppiede.

Per chi fosse interessato a questo corso  può scrivermi a laurad66@hotmail.it mettendo come oggetto della richiesta Corso Leopolda ottobre.

 

Ma non finisce qui. Chi parteciperà ad uno dei miei corsi potrà essere inserito, se lo vorrà, nel gruppo che ho creato su FB dal titolo ‘Quelli della Pippi’. E’ un gruppo chiuso dove continueremo a condividere le nostre foto e dove avrò la possibilità di seguirvi passo dopo passo.

 

Sono aperte le iscrizioni: laurad66@hotmail.it

 

P.s chi vuole essere informato sui miei corsi via mail me lo faccia sapere in modo che io possa creare una sorta di mailing list.

 

Buona luce a tutti!

 

with love

Pippi

Cuore rosso

lunedì 10 giugno 2013

Crostata integrale con albicocche, ciliegie e fragole–Wholemeal flour tart with apricots, cherries and strawberries

Sfioro con le mani le spighe della lavanda per sentirne il profumo che tanto mi rilassa. Ne taglio qualcuna da portare in casa e stringere tra le pagine del mio quaderno.

Le ortensie stanno esplodendo in tutta la loro rotondità: rosa, fucsia, bianche e azzurre. Oggi scelgo quella rosa, screziata, con i fiorellini non ancora totalmente dischiusi, un semplice vasetto di vetro, due rametti di melissa, dall’aiuola qui fuori, che l’accompagnano e il centro tavola per la colazione domenicale è pronto.

Il colore è tutto.

Lo cerco ovunque.

Persino nei tuoi occhi.

Cuore rosso

Legata alla terra, concreta e consistente la crostata può diventare in un attimo, con un pizzico di fantasia, un dessert pieno di fascino.

Provare per credere.

Ingredienti:

per la pasta frolla integrale (con queste quantità ce ne vengono due)

300 g farina 00

200 g farina integrale

250 g burro

250 g zucchero semolato

2 tuorli

1 uovo intero

pizzico di sale

buccia grattugiata di 1/2 limone

Per il ripieno:

a piacere la frutta che vi piace di più di stagione naturalmente ben lavata, asciugata, affettata o intera se piccola.

3 cucchiai di confettura di frutta a piacere (io ho usato la mia di albicocche)

50 g mandorle pelate tritate finissime

zucchero a velo q.b.

per guarnire fiori di lavanda freschi

Procedimento.

Nella ciotola dell’impastatore metti le due farine con un pizzico di sale, il limone grattugiato e lo zucchero e mescola bene. Unisci il burro leggermente morbido e aziona il robot in modo che diventi un composto piuttosto granuloso. A questo punto aggiungi i tuorli uno alla volta azionando il gancio K ad una bassa velocità. Per finire unisci l’uovo intero e mescola rapidamente. Fai una palla con l’impasto, avvolgila nella pellicola e lascia riposare un’oretta in frigorifero. Nel frattempo preparati la frutta ben lavata, tamponata ed eventualmente affettata.

Trita le mandorle pelate con un cucchiaino di zucchero.

Stendi la pasta in una sfoglia non troppo sottile, fodera uno stampo per crostate, precedentemente imburrato, meglio se con il fondo removibile così è più facile sformarla una volta fredda. Fai aderire bene la pasta alle pareti ondulate e poi passa sopra il bordo con il mattarello in modo da eliminare la pasta in eccesso.

Con una forchetta fai dei buchini sul fondo e rimetti lo stampo in frigorifero per mezz’oretta. Stendi sulla base la marmellata, sopra distribuisci le mandorle polverizzate e disponi la frutta nel modo che ti piace di più. Dai una generosa spolverata con lo zucchero a velo e lascia cadere qualche fiorellino di lavanda.

Inforna a 160° (forno caldo) per circa 35 minuti. Prima di servirla dai una nuova spolverata di zucchero a velo.

E’ speciale nella sua semplicità.

ingredients:

For the wholemeal flour pastry (for two tarts)

300 g flour 00

200g wholemeal flour

250 g butter

250 g caster sugar

2 egg yolks

1 whole egg

pinch of salt

grated zest of 1/2 lemon

For the filling:

Choose fruit that you like most. Of course, it would be better seasonal fruit.

3 tablespoons of fruit jam (I used my apricot jam)

50 g blanched almonds finely chopped

powdered sugar q.b.

fresh lavender flowers for garnish

Directions:

In the mixer bowl place the two type of flour with a pinch of salt, the grated lemon zest,the sugar and mix well. Combine the butter, slightly soft, activating the robot until  the compound is rather grainy. At this point, add the eggs one at a time at low speed. Make a ball with the dough, wrap it in plastic paper and let it rest in the fridge for an hour. Meanwhile wash the fruit,  dry it well and cut into slices.

In a mixer, finely chop the almonds with a teaspoon of sugar and keep aside.

Roll out the dough not too thinly,  line a mold for tart, previously greased, preferably with removable bottom. 

With a fork, make little holes on the bottom of the dough and put back in the refrigerator for half an hour. Distribute on the bottom, the jam and the almond flour. At this point add  the fruit in a nice way. Finish the tart with a generous sprinkling of icing sugar and garnish with some lavender flowers.

Bake at 160 degrees (hot oven) for about 35 minutes. Before serving sprinkle icing sugar again.

 

 

with love

Pippi

Cuore rosso

martedì 4 giugno 2013

Muffins con caprino e mirtilli–Muffins with goat cheese and blueberries -

Una luce sottile si è appoggiata sul mio letto stamattina. Una luce chiara, pulita, profumata. Diversa da quella degli ultimi mesi. Si è fatta strada attraverso la persiana chiusa e ostinatamente si è insinuata nella penombra della mia stanza.

Mi sono lasciata scivolare giù dal letto e senza neanche cercare le pantofole, sono corsa giù, in cucina, per vedere se mi seguisse. Ho spalancato la finestra e lei era lì. Mi stava aspettando.

Il giardino adesso ne è pieno, ed io sono qui che sorseggio il mio té, in pace con il mondo e con la consapevolezza che, forse, il peggio è passato.

Il sole rigenera le membra e la mente.

Penso che mi abbandonerò a lui d’ora in avanti.

Con la lingua fuori

Aspettando che questi frutti maturino nei boschi, vi propongo uno spuntino da organizzare nei pomeriggi d’estate o come accompagnamento per un aperitivo leggero. Piccoli frutti blu da abbinare ad un trito di rosmarino fresco, del formaggio di capra semi stagionato, del buon olio extravergine e una ‘vera’ farina integrale. Ecco tutto quello di cui avrete bisogno per realizzare questi piccoli muffins.

Ingredienti per 12 muffins:

180 g farina integrale

3 uova

100 ml latte intero

100 ml olio extravergine d’oliva

100 g  formaggio caprino semi stagionato

150 g mirtilli freschi

1 cucchiaio di rosmarino fresco tritato

1 bustina di lievito per  torte salate

sale e pepe

In una terrina sbatti le uova leggermente con una frusta a  mano, aggiungi l’olio e il latte.

Aggiungi la farina e mescola delicatamente per incorporarla bene.

Trita il rosmarino fresco e aggiungilo al composto e poi regola di sale e pepe. Taglia il formaggio a cubetti,

incorporalo all’impasto.

Unisci i mirtilli lavati e ben asciugati e poi riempi i pirottini di carta  per due terzi.

Inforna a 160° e cuoci per 25/30 minuti circa ma dipende sempre da come ‘lavora’ il tuo forno.

Fragranti e saporiti, una vera delizia!

Ingredients for 12  muffins:

180 g wholemeal flour

3 eggs

100 ml whole milk

100 ml extravergin olive oil

100 g semi mature goat cheese

150 g blueberries

1 tablespoon of minced rosemary

1 tablespoon of baking powder for savoury cake

salt and pepper

In a bowl, lightly whisk the eggs  adding the olive oil and the whole milk.

Add the flour sifted with the baking powder and stir gently. Wash and mince the fresh rosemary and add it to the mixture, then season with salt and pepper. Cut the cheese into small cubes, add them to the composte. Combine the blueberries, washed and dried, and then fill for 2/3 the paper molds for muffins with the mixture.

Bake at 160° for 25/30 minutes.

 

with love

Pippi

Cuore rosso